Storie del bosco

Una fragola speciale

Una fragola speciale

Una fragola speciale
C'era una volta una bellissima casetta vicino a un boschetto: era una piccola costruzione a un piano, con i muri pitturati da poco di un bel colore giallo brillante, le persiane verdi e il tetto rosso; era circondata da uno splendido giardino con vialetti di ghiaia e aiuole in cui crescevano rigogliosi fiori di ogni specie e di tanti colori: tulipani, garofani, rose, margherite... C'erano anche alberi: peri, meli, susini che davano gustosi frutti..
In questo paradiso viveva Clara, un dolce signora che aveva abbandonato la città per vivere in mezzo alla natura, circondata da pace e tranquillità.
Qui si poteva dedicare alla sua passione: la coltivazione di fiori e frutti; tutti quelli che passavano di lì rimanevano a bocca aperta ammirando il meraviglioso giardino intorno alla sua villetta.
Ma la cosa a cui teneva di più Clara erano le sue piante di fragole....
Ne aveva molte piantine, tutte in fila vicino a un muretto. Quando arrivava l'estate, ogni sera ne r accoglieva un grande cestino e le mangiava oppure preparava un'ottima marmellata che metteva sulle crostate.
Un giorno nacque una fragola molto speciale: appena tramontava il sole si trasformava in una fata ma appena spuntava l'alba ritornava una grossa e succosa fragola.
Clara, che era molto attenta alle sue piante, notò subito che quel frutto aveva quacosa di diverso dagli altri, era più grosso e brillante... così pensò:
- Quando sarà matura al punto giusto, la prenderò e sarà bellissima per decorare la mia torta di panna e fragole!
Quella era proprio la sua specialità! Isuoi ospiti ne andavano ghiotti, soprattutto i suoi nipotini che venivano spesso a trovarla.
Due sere dopo, Clara si recò come sempre nel giardino per innaffiare i fiori e raccogliere le fragole mature... anche la fragola speciale era pronta!
Ma... quando si avvicinò per coglierla, vide uno strano bagliore: un raggio di luce avvolse la pianta e, al posto del frutto, vide una fata: aveva lunghi capelli rossi come il fuoco, la pelle bianca come la neve e gli occhi verdi come le foglie; indossava un lungo vestito rosso a pois gialli.
Clara, dopo un attimo di grande sorpresa, si fece triste pensando che non avrebbe mai potuto gustare il frutto migliore del suo giardino.
La ragazza se ne accorse e le chiese:
- Perchè sei così dispiaciuta?
La donna rispose: - Sono golosa di fragole ed ora, dopo ciò che ho visto, non potrò più mangiarle!
Allora la fatina, colpita dalla sensibilità di di Clara, le propose:
- Io posso esaudire i tuoi desideri, quindi ti propongo un patto: io ti darò fragole quando vuoi, in tutte le stagioni dell'anno, ma in cambio tu dovrai ospitarmi nella tua casa tenendomi nascosta e senza mai rivelare a nessuno questo segreto.
Clara accettò, molto felice di avere anche qualcuno che le tenesse compagnia.
Da allora nella villetta ai limiti del bosco crebbero fragole tutto l'anno, spuntavano perfino dalla neve; tutti si chiedevano il perchè di questa stranezza ma il segreto non fu mai svelato a nessuno.

LEGGI
ALTRE STORIE

Commenta

Se ti è piaciuta questa storia aggiungi un commento.

Aggiungi un commento

Ripeti codice (senza spazi)